domenica , 20 agosto 2017
Thumbnail for 8469

Strage in Texas: uccide 8 persone, tra cui 6 bambini. Arrestato

Litiga con la ex partner e fa una strage: entra nella casa della donna e la uccide, senza risparmiare il marito e i sei figli. Il bilancio è di otto morti, fra i 6 e i 50 anni. Le vittime sono state ammanettate e uccise con un colpo di arma da fuoco alla testa. I corpi senza vita sono stati rinvenuti dalla polizia nella loro abitazione vicino a Houston, in Texas. L’autore della strage – riferisce la polizia cercando di ricostruire l’accaduto – è un uomo di 48 anni, David Conley, arrestato e accusato formalmente di omicidio dalle autorità.

L’allarme è scattato nella notte di sabato, quanto le autorità sono state allertate da un parente della famiglia: gli agenti, giunti sul posto, hanno ricevuto informazioni sulla presenza nell’abitazione di un uomo ricercato per aggressione aggravata. In attesa di rinforzi e dell’arrivo della squadra speciali, gli agenti hanno intravisto il corpo di un bambino dalla finestra e sono intervenuti, cercando di entrare in casa.

Ne è scaturita una sparatoria, con gli agenti costretti a indietreggiare. L’uomo si è arreso un’ora più tardi. Le forze dell’ordine hanno così avuto la possibilità di entrare in casa e trovarsi di fronte ai corpi senza vita di otto persone, fra le quali sei bambini.

La polizia parla di tragedia “senza senso” mentre le indagini continuano per cercare di chiarire cosa abbia scatenato il gesto folle. Conley ha una fedina penale lunga, che inizia nel 1988. Secondo i documenti depositati in tribunale, Conley era già stato fermato lo scorso mese per la presunta aggressione di Valerie Jackson. La donna era stata aggredita anche nel 2013, quando Conley l’aveva minacciata con un coltello.

Il killer avrebbe agito per vendetta

– ’ ’ ,