sabato , 19 agosto 2017
Thumbnail for 9943

Doppietta di Jovetic e l'Inter vola

Calcio

© Getty Images

Protagonista l’ex City autore di un gol su azione e del rigore che a 1′ dalla fine ha piegato un Carpi coraggioso. La formazione di Mancini non ha esaltato e non è riuscita a chiudere il match dopo essere passata in vantaggio. Di Guadio autore dell’1-1. In tribuna il nuovo acquisto Perisic.

Twitta

MODENA – Una doppietta di Jovetic, al terzo gol nelle prime due giornate di campionato, ha permesso all’Inter di espugnare il campo del Carpi e di confermarsi al primo posto in classifica, a punteggio pieno. Come era successo domenica scorsa contro l’Atalanta (rete del montenegrino al 49’st), la squadra di Mancini ha dovuto aspettare il finale dell’incontro per festeggiare e stavolta non ha neppure offerto una prestazione esaltante. E’ stata “salvata” di nuovo dall’ex City che l’ha tolta dai guai dove era sprofondata a 9′ dalla fine, quando una rete di Di Gaudio, entrato appena 300 secondi prima, aveva rimesso in parità l’incontro. I nerazzurri erano passati in vantaggio al 31′ della prima frazione con Jo-Jo, abile su lancio di Guarin a sfruttare un’uscita maldestra di Brkic, ma non sono stati capaci di chiudere il match per la mancanza di cattiveria sottoporta. La differenza di tasso tecnico e di esperienza con la neopromossa formazione emiliana non si è vista e anzi il confronto avrebbe potuto prendere tutta un’altra piega se Massa avesse assegnato ai padroni di casa un rigore per fallo di Murillo su Matos nei primi minuti. Mancini ha trasmesso una sua idea di gioco alla squadra, ma la manovra interista, contro un Carpi ben raccolto, non ha trovato spunti. E così Guarin e compagni hanno tenuto quasi sempre la palla (69% di possesso alla fine), ma hanno concluso quanto gli avversari che si sono divorati due occasioni per l’1-1 al termine della prima frazione prima di trovarlo a 9′ dalla fine con Di Guadio. L’Inter, che aveva da tempo tirato i remi in barca e si stava “accontentando” di gestire un gara che non aveva saputo chiudere, ha incassato il pareggio, ma ha trovato la forza di reagire con un contropiede orchestrato da Palacio e Guarin, che si è presto il fallo da rigore di Gabriel Silva. Jovetic dal dischetto, a 1′ dal 90′, ha firmato un gol da tre punti e ha lanciato la sua squadra al comando, unica tra le grandi a punteggio pieno. In tribuna il nuovo acquisto Perisic che al termine del match è partito insieme a Brozovic per rispondere alla convocazione della Croazia.

Carpi-Inter 1-2
CARPI (3-5-2): Brkic; Letizia, Bubnjic, Gagliolo; Wallace (30’st Di Guadio), Lollo, Marrone, Fedele (33’st Lazzari), Gabriel Silva; Matos, Wilczek (20’st Lasagna) A disp. Benussi, Bianco, Pasciuti, Martinho, Spolli, Iniguez. All. Castori
INTER (4-3-1-2): Handanovic; Santon (33’st Nagatomo), Miranda, Murillo, Juan Jesus; Guarin, Medel, Kondogbia; Brozovic (39’st Hernanes); Palacio, Jovetic (45’st Ranocchia). A disp. Carrizo, Berni, Montoya, Gnoukouri, D’Ambrosio, Dimarco, Manaj. All. Mancini
Arbitro: Massa di Imperia; guardalinee: Crispo, Tasso; arbitri d’area: Cervellera, Pairetto; quarto uomo: Paganessi.
RETE: 31’pt Jovetic (I), 36’st Di Guadio (C), 44’st Jovetic (I) (rig.)
ASSIST: Letizia (C)
ESPULSO: 28’st Gosti (C), vice allenatore del Carpi, per proteste
AMMONITI: Lollo (C), Santon (I), Miranda (I), Gabriel Silva (C) per gioco falloso, Medel (I) per proteste, Letizia (C) e Handanovic (I) comportamento non regolamentare.
NOTE: spettatori 14.000 circa (10.591 paganti), incasso non comunicato; calci d’angolo: 6-2 per l’Inter; recuperi: 2’pt, 3’st.

– ’ ’ ,